Disciplina dell’attività di pesca sportiva nell’AMP Cinque Terre

_DSC3804

Fonte: Parco Nazionale delle Cinque Terre, Area Marina Protetta

ph: David Pinza

In attesa dell’approvazione da parte del Ministero dell’Ambiente del regolamento di esecuzione dell’AMP Cinque Terre torneranno valide le norme sull’attività di pesca sportiva nell’area protetta precedentemente contenute nel disciplinare provvisorio.

(Manarola, 23 novembre 2012) La proposta del regolamento di organizzazione ed esecuzione dell’Area Marina Protetta è attualmente al vaglio del Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del Mare.

In attesa della sua approvazione e a seguito di un percorso di ascolto di alcuni rappresentati delle associazioni di pesca sportiva del territorio, l’Ente Parco, con deliberazione n.74 del 21 novembre 2012 del Presidente (vedi allegato), ha provveduto a ripristinare le norme contenute nel regolamento provvisorio.

Tutto ciò consentirà di tener viva e al contempo regolamentare questa caratteristica realtà micro-economica appartenente alla cultura del territorio, secondo una modalità che assicuri un minor impatto ambientale e garantisca un rispetto e una tutela dei fondali già sperimentati nel periodo di attuazione del disciplinare.

La domanda di autorizzazione provvisoria è presentata negli appositi moduli da ritirarsi presso gli uffici amministrativi dell’Ente Parco, disponibili a questo link; alla domanda di autorizzazione deve essere allegata la documentazione atta a dimostrare che il richiedente ha titolo per la richiesta.

Preventivamente, leggete la delibera

Delibera n.74 del 21/11/2012
Peve
E' l'apprendista Elfo del Team. Nonostante abbia più anni che la tosse si è avvicinato alla pesca a spinning da un anno e mezzo, plagiato dall'Inge. Tra i suoi ricordi di bambino le parole "muriddu" e "tremolina". Ha completamente perso lucidità da uno schiaffone preso da una Lampuga sugli scogli di Bonassola. Se nel giro di 20 miglia non c'è un sugarello, lui lo allama comunque. Amante del mare e della buona tavola, sogna uno strike "da terra". Nel recente inverno ha sperimentato con discreti risultati l'Egi Fishing, tecnica di pesca da lui definita "Scarafoni Fishing". Non sono "fine"...e per funghi dico ampiamente la mia... e di che tinta...

1 Comment

  1. Inge

    Inge

    27 novembre 2012 at 10:46

    e facciamo anche questo…tanto ormai nel portafogli ho tante di quelle tessere che una in più una in meno…
    mi chiedo solo: a quando i tornelli sulle scogliere?

Rispondi

Le impostazioni dei cookie su questo sito sono impostati su "consenti cookies" per offrirti la migliore esperienza possibile di navigazione. Se si continua a utilizzare questo sito web senza cambiare le impostazioni dei cookie o si fa clic su "Accetto" di seguito, allora si acconsente a questo. more information

Le impostazioni dei cookie su questo sito sono impostati su "consenti cookies" per offrirti la migliore esperienza possibile di navigazione. Se si continua a utilizzare questo sito web senza cambiare le impostazioni dei cookie o si fa clic su "Accetto" di seguito, allora si acconsente a questo.

Close