Cos’è lo spinning? Pensieri sparsi

P1010078

Cos’è lo spinning?

Quante volte ve lo siete chiesti o, soprattutto, ve lo siete sentiti chiedere?

Normalmente, quando ci viene posta a bruciapelo una domanda di questo genere, ci blocchiamo e siamo in grossa difficoltà: possiamo descrivere come si pratica, dove, quando…ma non siamo quasi mai in grado di esprimere il perchè. Il perchè una pesca così “strana”, difficile, balorda e volubile, molto spesso avara, ci attragga così tanto.

E’ difficile da categorizzare freddamente a parole quella che più che una tecnica è un insieme variopinto di emozioni..che come sempre, per chi ha la vera passione, prescindono dalla cattura.

 

Prova allora a dare una risposta, secondo noi riuscendoci appieno, Lucia, un’amica di Planetspin, che ci descrive le sue sensazioni con la sensibilità che solo le donne (inutile maschietti, è così…) riescono ad esprimere:

[quote]Forse sono la persona meno adatta per intervenire in questo argomento,o forse, sono la persona più adatta, perchè più che dire quello che ho provato e che provo, posso dire quello che ho visto e che vedo.
Mi sono affacciata allo spinning da poco tempo, ho iniziato per “compagnia”, per “condivisione” e anche per divertimento. Non per passione come molti di voi.
Ho iniziato limitandomi a guardare, limitandomi a “sedere accanto”. Ho iniziato dicendo: “posso fare io questo recupero?”, seguito poi da un: “posso provare a lanciare?” e finalmente, anche da un “Eccolo.. preso!! Tieni, recupera tu!!”. Finchè non ho voluto lanciare sempre più spesso, recuperare sempre più spesso, fino al punto in cui mi sono fatta una canna tutta mia, anzi mi è stata regalata una canna tutta mia.

Per me che mi affaccio da poco al mondo dello spinning non da osservatrice, lo spinning è una sfida. Una sfida perchè ogni volta voglio fare un lancio sempre migliore, una sfida perchè il mio artificiale deve sembrare sempre più vero e muoversi meglio. Una sfida per migliorarmi, una sfida per imparare a fare sempre meglio. (…)[/quote]

Continua a leggere su planetspin

 

(ringraziamo Luigi di Planetspin per l’articolo)

Inge
Ingegnere nautico (da cui il nick) con la passione della pesca, nasce a La Spezia nell'ormai lontano 1985. Inizia a pescare ancor prima di camminare, seguendo le orme degli illustri familiari, abilissimi pescatori di orate con lenza a mano e metodo tradizionale. Dopo anni di gloriosi insuccessi, passa inspiegabilmente alla pesca con gli artificiali, ed in particolare alla traina costiera e allo spinning sulle mangianze, di cui si innamora. Ne deriva uno smodato sentimento di amore-odio per i gabbiani, e una vista assai acuta, nonostante gli occhiali, per individuare i più piccoli cenni di mangianza da La Spezia a Capo Corso. Da qualche anno si è avvicinato, nel periodo invernale, alla pesca dei cefalopodi da Riva, con stranamente buoni risultati. Pescatore molto tecnico, detiene nel team anche il primato di pesca alle acciughe e alle aguglie con le mani, di cui è molto orgoglioso... Si può considerare il "tattico" del team, vista la sua passione per la tecnologia (dorme con il GPS) e meteorologia.

3 Comments

  1. Ale

    Ale

    24 gennaio 2013 at 20:16

    😉 donne alla lenza..sempre un piacere!

    • Inge

      Inge

      24 gennaio 2013 at 20:19

      eh, avete una marcia in più, poco da fare! :)

      • Peve

        Peve

        27 gennaio 2013 at 21:25

        SHHHHHHHHHH ne ghe lo stae a die…….

Rispondi

Le impostazioni dei cookie su questo sito sono impostati su "consenti cookies" per offrirti la migliore esperienza possibile di navigazione. Se si continua a utilizzare questo sito web senza cambiare le impostazioni dei cookie o si fa clic su "Accetto" di seguito, allora si acconsente a questo. more information

Le impostazioni dei cookie su questo sito sono impostati su "consenti cookies" per offrirti la migliore esperienza possibile di navigazione. Se si continua a utilizzare questo sito web senza cambiare le impostazioni dei cookie o si fa clic su "Accetto" di seguito, allora si acconsente a questo.

Close